Programma una visita

Chiamami:
+39 349 642 6624

Manda un'e-mail a:
info@rossanagonella.it

Come sopravvivere alla vacanza con i figli

4 anni ago · · 0 comments

Come sopravvivere alla vacanza con i figli

Sì, il titolo sembra essere drastico ma oltre a un pizzico di ironia devo ammettere che spesso mi sono trovata di fronte a genitori allarmati all’idea di passare l’intera giornata con i propri piccoli fino a ricevere rivelazioni ben più disarmanti quali: “non vedo l’ora di tornare al lavoro così mi riposo”.

I BISOGNI DEI BAMBINI IN VACANZA

Mentre mamma e papà sognano le tanto attese ferie col meritato relax, sembra che i bambini abbiano ancora più energia da dedicare al gioco… con voi. Vediamo di fare però un po’ di chiarezza: per i bambini avervi a disposizione tutto il giorno, senza i ritmi dettati dal lavoro o dalla scuola, alzarsi al mattino e vedervi è un elemento inusuale e per loro è una gran festa. Quello delle vacanze, sia che si vada al mare, in montagna o semplicemente si stia a casa organizzando gite è un periodo davvero speciale libero da obblighi e incombenze. E’ un momento di spazio puro, in cui la condivisione e la conoscenza reciproca sono le protagoniste. Andare in vacanza con la famiglia significa adattarsi al ritmo dei più piccoli.

L’IMPORTANZA DEL CONTATTO

Osservate i bambini, loro quando giocano, giocano! Sono immersi nella loro attività e il loro mondo è tutto racchiuso in quello che stanno facendo e nel vostro sguardo. Per ciò, accogliete e siate orgogliosi del loro cercarvi, del godere della vostra compagnia. Stanno costruendo solide basi di presenza e partecipazione, elementi che si riveleranno poi fondamentali durante la loro adolescenza.

L’IMPORTANZA DEL TEMPO

Ora mi trovo costretta a dire una banalità ma pensateci bene… Il tempo vola! Quindi la consapevolezza che i vostri bimbi vi cercheranno per costruire castelli di sabbia, correre in riva al mare, giocare con le biglie, esercitarsi nei tuffi è relativamente breve, godetelo! Quale occasione migliore per riscoprire il vostro bambino o bambina interiore e riempire di attività ludiche, sorrisi e spensieratezza un periodo che per antonomasia è proprio deputato a queste cose?

L’IMPORTANZA DEL GIOCO INSIEME

Prima ho elencato giochi che a prima lettura potrebbero sembrare obsoleti ma che invece sono degli evergreen: innanzitutto servono a lasciare lo smartphone nella borsa e a dirigere il vostro sguardo sulla realtà reale che vi circonda. Poi non richiedono particolari strumenti ma solo disporre dell’habitat naturale in cui siete e infine sono attività che permettono ai bambini di esplorare, manipolare, allenare la motricità e sviluppare la coordinazione e l’equilibrio e a fine giornata li farà addormentare in tempi record e col sorriso stampato sul volto.

IL RIENTRO

Prendete l’abitudine con queste vacanze di passare del tempo di qualità coi vostri figli, conosceteli a fondo, ponete le basi di un dialogo che poi diventerà una routine anche quando avrete ripreso i ritmi frenetici una volta rientrati. Vi renderete conto del vostro effetto rassicurante sui vostri figli, che non dovranno “lottare” per ritagliarsi la vostra attenzione perché sapranno che avrete costantemente uno spazio di attenzione e gioco dedicato a loro. E così il prossimo anno non arriverete impreparati …

Categories: Articoli

Rossana Gonella

Rossana Gonella

Mi chiamo Rossana Gonella e sono una Psicologa, ascolto la storia di ogni persona, riconoscendo come ciascuno sia unico e speciale...

  • Lascia un commento